Per i 40 anni di “Lupo Alberto” una mostra a Milano dal 28 marzo all’ 1 giugno

Dal 28 marzo uno dei più divertenti personaggi dei fumetti di tutti i tempi, Lupo Alberto, festeggerà  i suoi 40 anni con una mostra al Museo del Fumetto di Milano. Un evento imperdibile per tutti gli appassionati del lupo blu.

Per i 40 anni di “Lupo Alberto” una mostra a Milano dal 28 marzo all’ 1 giugnoLupo Alberto, il simpatico lupo blu nato dalla geniale matita di Guido Silvestri, alias Silver, sarà lieto di accogliere e divertire tutti i suoi estimatori in una mostra allestita al “WOW Spazio Fumetto” al Museo del Fumetto di Milano. L’ occasione della mostra denominata “Lupo Alberto- 40 anni. Un lupo per tutte le stagioni” è per festeggiare i 40 anni di questo personaggio in grande stile.

La mostra sarà l’ occasione per far ammirare agli appassionati memorabilia, gadgets, video, documenti rari che riguardano questo personaggio dei fumetti, che comparve per la prima volta nel febbraio del ’74 sul Corriere dei Ragazzi.  Lupo Alberto però non è solo, anzi nella fattoria McKenzie ha anche trovato l’ amore con la gallina Marta, l’ amico prediletto in Enrico La Talpa nonché la presenza dell’enorme cane Mosè.

Un “cast” che ha conquistato il pubblico, soprattutto dei bambini, anche di quelli cresciuti che non hanno smesso di seguire le sue avventure. All’inizio però le sembianze del Lupo Alberto che conosciamo oggi non erano ancora state definite: non aveva il pelo blu perché era in bianco e nero, e anche la striscia originale di Lupo Alberto in bianco e nero sarà tra le i preziosi pezzi della mostra. Già nel 1975 Lupo Alberto conquista un volume che lo vede protagonista sbaragliando la concorrenza di fumetti già noti. Dal 1983 vengono pubblicati 8 numeri con il formato orizzontale del fumetto che da allora è stata la forma riconoscibile in edicola di Lupo Alberto.

Nella mostra è presente anche l’ omaggio alla rivista Tv Sorrisi e Canzoni, in cui Lupo Alberto compariva con una tavola a commento della settimana televisiva. Grazie a una selezione delle migliori tavole sarà possibile ripercorrere a ritroso la storia di 20 anni di televisione, dove Lupo Alberto ha visto scorrere reality, fiction e tutti i cambiamenti che la TV ha vissuto. Lupo Alberto si fa strada tra un pubblico sempre più esteso diventando protagonista di gadget come magliette, tazze, figurine, quaderni. Nel 1997 arriva anche la serie animata andata in onda con un ottimo riscontro di pubblico, dopo essere diventato anche un videogioco.

Nella mostra sarà possibile osservare il lavoro che è stato fatto dietro la serie animata, quindi un gustoso “dietro le quinte”con la stesura dei disegni e la preparazione delle sceneggiature.

Indimenticate sono le campagne sociali di Lupo Alberto, come quella sulla prevenzione dell’Aids nel 1991 che suscitò scalpore e polemiche. La campagna fu promossa in collaborazione con il Ministero della Salute, che a causa del linguaggio troppo esplicito utilizzato nell’opuscolo “Come ti frego il virus”, ritenne opportuno ritirarlo. Ma ancora oggi tanti devono dire “grazie” a Lupo Alberto e al suo strepitoso alter ego Silver per averli informati e messi in guardia.

Durante la mostra non si renderà omaggio soltanto al protagonista con il naso blu, ma anche agli altri personaggi del fumetto, rappresentati con statue in resina con tutta la loro incredibile simpatia.

E’ stata ideata anche un’installazione che permetterà ai visitatori di impersonare i vari protagonisti nella fattoria di Lupo Alberto.
Insomma per tutta la durata della mostra il WOW diventerà la fattoria McKenzie di Lupo Alberto. Si potranno vivere laboratori con le scuole e con i bambini, incontri ed eventi dove rivivere le più belle storie scritte da Silver e dai vari collaboratori, che hanno reso Lupo Alberto e la fattoria McKenzie il fumetto più simpatico e divertente tra i fumetti italiani e non solo. Il costo del biglietto è di 5 euro e di 3 euro quello ridotto.

Articoli correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.