“Brerart 2014” la settimana dell’arte contemporanea a Milano dal 22 al 25 ottobre

La settimana dell’arte contemporanea, che lo scorso anno ha coinvolto oltre 464 artisti italiani e internazionali, debutterà anche questo anno a Milano il 22 ottobre.

"Brerart 2014” la settimana dell'arte contemporanea a Milano dal 22 al 25 ottobre 2014Si svolge a Milano dal 22 al 25 ottobre 2014 l’ormai famosa e tanto apprezzata manifestazione Brerart. L’edizione 2014 si compone di quattro giornate fitte di appuntamenti, tutti dedicati alle più disparate forme d’arte contemporanea esistenti. Sin dai primi esordi, questo evento si pone al centro di numerosi incontri culturali, mostre e performance artistiche che hanno contribuito a trasformare Milano in una delle città più importanti del panorama culturale italiano e internazionale. Il luogo prescelto per lo svolgimento degli appuntamenti non è solo uno, ma sono stati selezionati più punti della città in grado di ospitare le mostre.

Nella maggior parte dei casi si tratta di location poco convenzionali (a volte bar e locali pubblici), scelti sulla base delle esigenze specifiche dei singoli artisti. La settimana dedicata all’arte contemporanea di Milano si presenta, quindi, come una vera e propria mostra itinerante, dislocata in diversi punti nevralgici della città. È prevista la partecipazione di oltre 100 gallerie d’arte, pinacoteche, fondazioni e associazioni culturali, tutte impegnate nella promozione di opere di artisti nazionali e non. Il centro della manifestazione resta, come di consueto, Brera, lo storico quartiere di Milano, noto per essere il fulcro artistico e culturale del capoluogo lombardo.

Lo scopo di questo importante progetto è di aumentare la visibilità delle opere e dei suoi autori all’interno del settore artistico culturale che, negli ultimi anni, attraversa una fase di sviluppo e crescita economica costanti. I 464 artisti italiani ed internazionali presenti espongono le loro opere all’interno di gallerie d’arte, musei e gallerie che, all’occorrenza si trasformano in veri e propri show room, con lo scopo di instaurare proficue collaborazioni e coproduzioni culturali. Il pubblico che prende parte all’evento è composto in prevalenza da collezionisti privati, artisti, direttori museali, appassionati e studiosi del settore.

Le tematiche culturali sulle quali si incentra l’edizione Brerart 2014 sono principalmente tre. La prima è quella contemporanea, destinata a mettere in luce tutte quelle forme artistiche che, storicamente, vengono datate a partire dalla fine dell’arte moderna. Tutte le performance proposte appartenenti a questa categoria si pongono l’ambizioso obiettivo di “mettere in scena” il moderno vivere quotidiano con i suoi ritmi e le sue frenesie ma anche con le sue ansie, paure e angosce che colpiscono gli animi umani. L’arte contemporanea che viene qui proposta è in grado di convertire e trasformare questi ritmi in forme d’arte che il pubblico deve interpretare attraverso attente considerazioni riguardanti i repentini cambiamenti economici, politici e socioculturali che attraversano la nostra era.

Il secondo argomento offre, invece, un’anticipazione del tema dell’Expo 2015, ovvero la tematica della nutrizione e delle risorse sostenibili per il pianeta. Uno sguardo attento è rivolto all’importanza di consumare cibo di qualità. Per la prima volta, i prodotti alimentari vengono presentati ad un tipo di pubblico nuovo, con l’obiettivo di promuovere le produzioni agroalimentari. Il cibo viene qui idealmente accostato alle opere d’arte, secondo un itinerario dove poter assaporare insieme arte e cultura. L’evento centrale legato a questo argomento è costituito dalla mostra “Nutrire il pensiero”, nella quale vengono presentati oggetti di uso comune in una versione “culinaria” completamente rivisitata.

La terza tematica si basa su quelle forme di arte urbana che diventano sempre più diffuse all’interno delle aree metropolitane. All’interno della urban art si trovano differenti forme d’arte visiva realizzate nelle realtà urbane, ispirati ad argomenti d’attualità e allo stile di vita cittadino. Questa forma artistica comprende graffiti, murales e altri interventi ideati da artisti spesso impegnati nel panorama politico e sociale per la vita della città. Molto ampia la gamma di creativi che rientra in questa categoria che, oltre agli artisti di strada, comprende anche chi lavora in spazi più convenzionali come gallerie e musei.

L’edizione Brerart 2014 si presenta in completa contrapposizione con il tema dell’edizione 2013, in cui il focus principale era incentrato sul gusto del mondo vintage, con una particolare attenzione agli anni ’60. La manifestazione dello scorso anno aveva, infatti, come fulcro principale la mostra “1963 e dintorni”, organizzata presso il Museo delle Gallerie Italiane in piazza della Scala. La collezione di oggetti presenti nella mostra era stata creata sulla base di collezioni d’arte del periodo e alcune donazioni.

Appuntamenti della Brerart 2014:

Breakout a cura di Giorgia Sarti:

Dal 20 al 25 ottobre 2014.

Luogo: CAM Garibaldi “Falcone-Borsellino”.

Indirizzo: Corso Garibaldi, 27 angolo Via G. Strehler, 2.

Organizzazione: Spazio San Giorgio arte contemporanea

Live Painting degli artisti Art of Sool.

Il progetto Breakout unisce l’arte dell’illustrazione con quella della Street Art in modo da raccontare attraverso le immagini lo spazio urbano.

Il Cirmolo Antiquariato:

Indirizzo: Via Fiori Chiari, 3.

Dal 22 al 31 ottobre 2014. Inaugurazione martedì 21 ottobre dalle ore18:00 alle 22:00

Organizzazione: Spazio San Giorgio arte contemporanea e Artshake.

Esposizione degli artisti PAO e Mr. Wany.

Febal Casa:

Indirizzo: Via Fatebenefratelli, 18.

Dal 20 ottobre al 29 novembre 2014.

Organizzazione: Spazio San Giorgio Arte contemporanea e Artshake.

Esposizione dell’artista Willow.

Venerdì 24 ottobre dalle ore 18:30 alle 22:00 vi sarà l’evento con l’artista.

Herman Miller:

Indirizzo: Corso Garibaldi, 70.

Dal 20 ottobre al 31 ottobre 2014.

Organizzazione: Spazio San Giorgio arte contemporanea e Artshake.

Esposizione degli artisti Lorenzo Guaia, Raffaella Rosa Lorenzo, Giovanni Manzoni Piazzalunga.

Giovedì 23 ottobre dalle ore 18:00 alle 21:00 vi sarà l’evento con gli artisti.

– Innovazione e arte di gusti e sapori: lo show dei Cibartisti:

Luogo: Ma Maison.

Indirizzo: Corso Italia, 49.

Lunedi 20 ottobre dalle ore 9:30 evento-anteprima CIBARTISTI a BRERART (presentazione alla stampa). L’ingresso all’evento sarà solo su invito.

Organizzazione: Tao b e Artshake.

Il 21, 23, 24 Ottobre (da martedì a venerdì) dalle 19.00 Show cooking nelle show room di cucine. Per informazioni: www.brerart.com.

Il 25 ottobre dalle ore 11.30 per tutta la giornata presso Dream Factory di Corso Garibaldi 117 evento di chiusura CIBARTISTI a BRERART.

The Colors of the World:

Luogo: Il Piccolo.

Indirizzo: Corso Garibaldi, 1 angolo Chiesa di San Sempliciano.

Organizzazione: Artshake.

Esposizone dell’artista Gattonero.

Dal 22 ottobre al 22 novembre 2014.

Performance live dal 20 al 25 ottobre.

La città di Milano è, inoltre, sede di un altro grande evento dedicato all’arte, questa volta dedicato però al passato. Si tratta della manifestazione culturale Milano Vintage Week, che si apre qualche giorno dopo la conclusione della più moderna Brerart. La Milano Vintage week rappresenta una grande attrattiva per appassionati del vintage, dove amanti e collezionisti si ritrovano per apprezzare splendidi oggetti dal sapore retrò. L’evento prevede la partecipazione dei più conosciuti espositori del settore e si svolge, dal 7 al 9 novembre, sempre a Milano, in via Piranesi 4. L’avvenimento rappresenta un’importante occasione per poter comprare oggetti originali e caratteristici come gioielli, tessuti, arredi e capi d’abbigliamento.

Oltre alla sezione fieristica è possibile visitare anche due mostre dedicate agli arredi e agli oggetti vintage che sono stati protagonisti degli ultimi sessant’anni della storia del nostro Paese. In aggiunta, si può fare un ulteriore balzo nel passato lasciandosi truccare ed acconciare da esperti make up artist ed hair stylist in grado di riportare indietro nel tempo.

Articoli correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.