Il Manhattan: Uno dei cocktail più famosi al mondo

Il Cocktail Manhattan, nasce nel 1847 in America, più precisamente a New York. La data ci fa pensare a quanto sia uno dei più antichi Cocktail della storia oltre che uno dei più famosi.
Il Manhattan sembra che abbia preso il nome dall’ omonimo Club in cui fu preparato per la prima volta, Il Manhattan Club.

Probabilmente il barman che per la prima volta miscelò gli ingredienti, non immaginava che avrebbe creato uno dei più famosi Cocktail del mondo.

Gli ingredienti per il  Manhattan sono i seguenti:

  • 5 parti di Whiskey (Consigliato il Rye o Canadian Whiskey ovvero Whiskey di cereali e segale)
  • 2 parti di Vermouth rosso
  • Una goccia di Angostura

Per la decorazione si può utilizzare una ciliegina sotto spirito.

Per la preparazione occorre avere un Mixing-glass ovvero un bicchiere grande a forma conica ed una cannuccia per mescolare gli ingredienti.

Il procedimento per la realizzazione del Manhattan è il seguente:

Versare il whiskey e il vermouth nel Mixing-glass pieno per due terzi di ghiaccio (Il ghiaccio è facoltativo in base ai gusti). Aggiungere l’ angostura. Mescolare con la cannuccia; non shakerare.
N.B. Meglio non esagerare con l’ angostura avendo essa un gusto molto intenso. A volte anche 2 gocce sono troppe. Dipende dai gusti.

Il Manhattan è rigorosamente da servire in calici da cocktail.

Esistono, come per tutti i Cocktail, delle varianti. Una variante del Manhattan è il Dry. Nel Manhattan Dry viene utilizzato il vermouth bianco secco al posto di quello rosso. In questo caso cambia anche la guarnizione. E’ usanza utilizzare una fettina di limone al posto della ciliegina.

Una altra variante del classico Manhattan è il Manhattan Medium o Perfect.
Il Manhattan Medium ha come prerogativa la mancanza di angostura che lascia il posto a due tipi di vermouth: il rosso e il dry.
Come guarnizione possiamo utilizzare una ciliegina al maraschino e una lemon twist.

Qualsiasi tipo di Manhattan decidiate di preparare, vi auguriamo buon drink.

Articoli correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.